Cinisello BalsamoToday

Cinisello Balsamo, senzatetto accoltellato in strada durante una rapina: è gravissimo

È successo nella serata di giovedì 26 aprile, sul caso indagano i carabinieri di Sesto

Immagine repertorio

Tre fendenti: due all'addome e una al torace. Poi la corsa, disperata, al pronto soccorso dell'Ospedale Niguarda di Milano dove sta lottando tra la vita e la morte. È l'epilogo di una rapina finita nel sangue avvenuta nella serata di giovedì 26 aprile in via Lincoln a Cinisello Balsamo; vittima dell'aggressione un cittadino italiano di 31 anni.

Tutto è accaduto intorno alle 23.40 quando l'uomo — un senzatetto incensurato che vive nella cittadina alle porte di Milano — sarebbe stato avvicinato da un rapinatore che lo avrebbe minacciato con una lama. Voleva impossessarsi del portafogli, ma durante la rapina ha colpito il 31enne con tre fendenti e poi è scappato.

È stata la stessa vittima a chiamare i soccorsi: sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 in codice rosso con un'ambulanza e un'automedica. Il 31enne è stato accompagnato al pronto soccorso del Niguarda in condizioni disperate. Il rapinatore, per il momento, è riuscito a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni.

Una notte di sangue

Quella tra giovedì e venerdì è stata una notte tragica per Milano, che in poche ore ha fatto i conti con due omicidi e tre aggressioni gravissime. La prima, in ordine di tempo, è avvenuta in via Padova, dove - verso le 21.30 - un uomo di quarantadue anni è morto dopo essere stato colpito al volto nel corso di una rissa fuori da un bar. 

Un'ora dopo teatro delle violenze è stata via dei Transiti, zona Pasteur, dove due uomini ubriachi si sono sfidati a colpi di bottiglia: uno di loro ha riportato un taglio profondissimo alla faccia ed è finito in condizioni gravi al Fatebenefratelli. Alle 2 in punto, invece, una studentessa che stava tornando a casa è stata avvicinata - in via Gaffurio - da due uomini, che le hanno strappato l'iPhone di mano e l'hanno accoltellata all'addome. Soltanto mezz'ora dopo, e a quattrocento metri da lì, in via Settembrini — un 23enne bengalese è stato ucciso quasi allo stesso modo.

Dietro tutti i blitz - tranne la tragica lite di via Padova - ci sono due giovani nordafricani, già fermati dai carabinieri. Sarebbero stati loro, stando a quanto accertato dagli investigatori, a seminare morte e sangue da Cinisello a Milano

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento