Cinisello BalsamoToday

Trezzi: «C'è chi mastica amaro perché ci davano per finiti, il distacco è recuperabile»

La prima cittadina sa che l'impresa non è facile, ma la partita è tutta da giocare visto che sono tanti i possibili voti recuperabili: «So che questa non è la città della paura e del degrado. So che anche voi pensate che Cinisello possa avere un futuro costruito assieme»

Siria Trezzi in un frame del suo video rivolto alla cittadinanza

Il sindaco uscente Siria Trezzi, che si è ricandidato nella coalizione di centrosinistra per tentare di governare la città per altri cinque anni, si ritrova a inseguire lo sfidante Giacomo Ghilardi (centrodestra) in un ballottaggio tutto in salita (sono circa 5 i punti percentuali da recuperare nell'elettorato) che si terrà domenica 24 giugno.

La prima cittadina sa che l'impresa non è facile, ma la partita è tutta da giocare visto che sono tanti i possibili voti recuperabili. A partire da quelli (pochi) che sono finiti al suo avversario "interno" Luigi Marsiglia, continuando tra l'elettorato misto del MoVimento 5 Stelle e provando a pescare/convincere parte del 50% dei cittadini cinisellesi che non sono andati a votare al primo turno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Trezzi, poche ore dopo lo spoglio, in un video rivolto alla cittadinanza, in cui si mostra più battagliera che mai: «Volevo ringraziarvi per avermi sostenuto, per essermi stati vicini e per avermi dato il vostro voto. Ci avevano dato per finiti dopo le elezioni di marzo e invece no, stanno anche un po' masticando amaro».

Prosegue il sindaco: «Abbiamo un leggero distacco che il 24 di giugno sicuramente recupereremo. Conto su di voi, so che questa città non è la città della paura, so che anche voi pensate che questa non è la città del degrado. So che anche voi pensate che Cinisello possa avere un futuro costruito assieme, insieme a tanti progetti che abbiamo fatto e insieme all'idea che Cinisello sia davvero una bella storia assieme».

Poi chiude: «Grazie di cuore! Cinisello Balsamo è una città in cammino. Abbiamo fatto il primo passo. Ora insieme per vincere al ballottaggio».

Tra i campioni di preferenze nella sua coalizione ci sono gli ex assessori Luca Ghezzi (che riveste anche il ruolo di vice sindaco) che ha totalizzato ben 436 voti, e Andrea Catania con 430. Proprio quest'ultimo ringrazia i propri sostenitori: «I porta porta, i volantinaggi ai mercati, gli incontri per strada, gli eventi e i tanti caffè. Grazie a tutti coloro che mi hanno permesso di risultare il secondo candidato più votato nel centrosinistra, praticamente raddoppiando i voti del 2013! Il merito è vostro!».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi chiude pensando alla prossima sfida: «Ora tutti pancia a terra per il ballottaggio del 24 giugno: saremo chiamati tutti a una grande mobilitazione per confermare Siria Trezzi sindaco! La partita è più aperta che mai».

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento