Cinisello BalsamoToday

La Città Giusta: «Open Day a porte chiuse e in orario di lavoro, la giunta "avvelena" gli asili»

"La Città Giusta" attacca il centrodestra per le sue scelte in merito agli asili nido comunali e sulle residenze per gli anziani: «Questa giunta non ha alcuna considerazione e stima del personale che lavora nei servizi comunali»

Una delle proteste da parte davanti all'asilo nido "Il Girasole"

"La Città Giusta" torna ad attaccare la giunta di Cinisello Balsamo per le sue scelte in merito agli asili nido comunali e punzecchia la maggioranza di centrodestra sulle residenze per anziani.

Ma andiamo con ordine. In primis la lista di centrosinistra, che alle elezioni è rimasta fuori dal parlamentino cinisellese, attacca una giunta che «non ha a cuore i servizi educativi comunali, esternalizza i servizi a gestione diretta, fiore all’occhiello delle amministrazioni che si sono succedute negli anni, per assumere vigili urbani».

La lista di sinistra aggiunge un ulteriore tassello alla querelle che si è sviluppata in questi mesi intorno ai nidi: «L’Open Day dei nidi che fino allo scorso anno si svolgeva il sabato, la mattina presso i nidi stessi e nel pomeriggio “in piazza”, dove numerose erano le iniziative nel centro città: mostre fotografiche, spettacoli teatrali, laboratori all’aperto per i bimbi e le loro famiglie, quest’anno si terrà unicamente presso le sedi dei nidi, venerdì 12 aprile dalle 16 alle 18».

Da qui l'attacco: «Questa scelta denota la mancanza di interesse per i servizi, ma anche per le famiglie che avranno come unica occasione per conoscere i luoghi e le persone cui affideranno i loro figli, il loro bene più prezioso, nel pomeriggio di un giorno lavorativo. Qualcuno dovrà anche rinunciarvi, date le condizioni di lavoro cui molti sono costretti a sottostare».

Poi la polemica si sposta su un tema che riguarda gli anziani: «Anche il progetto "Tu come me, io come te” che aveva coinvolto le due residenze per anziani del territorio e che nasceva dalla convinzione che attraverso la reciproca conoscenza e lo star bene insieme, l’arricchimento e gli stimoli non potessero che essere reciproci, è stato miseramente affossato».

La lista prosegue: «L’Open Day e la realizzazione del progetto "Tu come me, io come te” erano l’occasione per far uscire i servizi educativi sul territorio, per farli conoscere e per raccontare la qualità offerta, le competenze, l’impegno e la dedizione del personale. Quando il personale si sente riconosciuto e valorizzato, alla fine chi ci guadagna sono i cittadini che fruiscono dei servizi».

La chiusura è un attacco senza se e senza ma: «Tutto questo è stato ucciso dai modi di fare velenosi di questa amministrazione che non ha alcuna considerazione e stima del personale che lavora nei servizi, ma che soprattutto, alla fine, non ha attenzioni neppure per i suoi cittadini».

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Parrucchiere dei vip aggredito e rapinato in Corso Como: polemica per il post sui social, Chef Rubio lo attacca

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

Torna su
MilanoToday è in caricamento