Cinisello BalsamoToday

Cinisello gemellata con Matera, finanziato un progetto per l'imprenditorialità giovanile

È di questi giorni la notizia del finanziamento di 220.000 euro per il progetto “Hubout, spazi pubblici di lavoro condiviso” destinato ai Comuni di Cinisello Balsamo e Matera che hanno partecipato al bando “Sinergie" promosso da Anci e sono risultati prima in graduatoria

Il coworking a Cinisello Balsamo stringe un gemellaggio con Matera

È di questi giorni la notizia del finanziamento di 220.000 euro per il progetto “Hubout, spazi pubblici di lavoro condiviso” destinato ai Comuni di Cinisello Balsamo e Matera che hanno partecipato al bando “Sinergie”, promosso da Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e sono risultati prima in graduatoria.

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi commenta: «Un grande risultato che attesta ancora una volta le capacità del nostro Comune di cogliere opportunità di investimento che guardino al futuro e che sappiano mettere al centro le nostre risorse più importanti: i giovani».

Prosegue il primo cittadino: «Ci riempie d'orgoglio sapere che il nostro progetto si sia classificato al primo posto, ma ancor di più ci inorgoglisce il gemellaggio instauratosi con la città di Matera: una rappresentanza concreta dell'eccellenza italiana nel mondo».

Poi termina: «Cinisello Balsamo e Matera lavoreranno fin d'ora, fianco a fianco, per promuovere pratiche di innovazione pensate e realizzate con i giovani e rivolte ai giovani. Ora non resta che dare concretezza alle idee, tenendo sempre presente che il nostro supporto non mancherà mai durante questo percorso».

Al sindaco fa eco il primo cittadino di Matera Raffaello De Ruggieri: «Siamo orgogliosi del risultato ottenuto e del lavoro di squadra avviato con il Comune di Cinisello Balsamo. È un ottimo inizio per un percorso di collaborazione e scambio di buone pratiche che sicuramente, grazie all’iniziativa premiata da ANCI, contribuirà a far crescere entrambi i territori coinvolti. Portare innovazione tra i giovani è una delle sfide più interessanti e creare spazi dedicati al tema della formazione dei giovani all’innovazione e all’impresa culturale vuole dire creare spazi dedicati allo sviluppo di un intero territorio».

Una sfida importante per il Comune di Cinisello Balsamo che dovrà trasferire l'esperienza di apertura e avvio di un coworking pubblico, ovvero lo spazio per il lavoro condiviso, e al contempo avviare una nuova sperimentazione e innovazione attraverso la forma dei contamination Lab, in un’ottica di contaminazione di saperi.

Il progetto Hubout è dedicato ai giovani tra i 16 e i 30 anni attualmente non occupati o inseriti in percorsi di educazione formale a rischio di dispersione scolastica che hanno spirito di iniziativa e vogliono affrontare le sfide del mondo del lavoro.

Il progetto vede la presenza di importanti partner tra cui il Politecnico di Milano; l'Associazione Imprenditori Nord Milano; l'Associazione Basilicata Creativa, Cluster delle Industrie Culturali e Creative Della Basilicata e la Provincia di Matera.

In concreto i Comuni di Cinisello Balsamo e Matera investiranno sugli spazi di coworking. Matera aprirà il primo coworking pubblico e Cinisello Balsamo amplierà gli spazi del proprio, che dovranno configurarsi come luoghi a sostegno delle giovani startup, spazi di idee e laboratori per lo sviluppo di impresa, in particolare dell’industria culturale.

Il progetto, che prenderà corpo nei prossimi mesi, vedrà 3 azioni importanti e collegate tra loro.

La prima è quella dell'avvio dei Contamination lab junior (o costudying) destinati a giovani under 20 che prevedono incontri con imprenditori e visite in aziende virtuose dal punto di vista dell'innovazione sociale e digitalizzazione.

È previsto poi l'avvio dei Contamination lab senior (o incubatore 2.0), destinati a quaranta giovani universitari, inoccupati di età compresa tra i 21 e i 30 anni, uniti in team multidisciplinari e supportati attraverso una formazione specifica obbligatoria accompagnata da incontri con le pubbliche medie imprese del territorio e startup innovative.

La terza fase prevede il Digital training lab, ovvero una formazione intensiva sulle nuove tecnologie applicate al contesto lavorativo. Nell'ambito di questa azione verrà promossa la figura del Digital Angel che oltre ad assistere i gruppi di partecipanti per lo sviluppo delle idee si metterà a disposizione parte delle ore di servizio per il supporto ai cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, il sindaco Beppe Sala ha deciso: "Scuole chiuse a Milano per una settimana"

Torna su
MilanoToday è in caricamento