Cinisello BalsamoToday

Ghilardi: «Telecamere in Crocetta anche nei punti pericolosi»

Dopo l'installazione delle telecamere nel sottopasso, il consigliere leghista chiederà, assieme al consigliere Scaffidi, degli "occhi elettronici" anche «nei punti più sensibili e pericolosi del quartiere»

Giacomo Ghilardi della Lega Nord

E' cominciata l'installazione delle telecamere nel sottopasso del rione Crocetta e il consigliere comunale della Lega Nord Giacomo Ghilardi si dice soddisfatto per una scelta che porterà «più sicurezza e meno degrado» nella zona.

Così il leader del Carroccio cinisellese: «A settembre ho presentato un'interrogazione alla giunta in cui ho chiesto  i motivi per cui non erano ancora state montate le telecamere a distanza di un anno e mezzo dal primo annuncio che coincideva, guarda caso, con la manifestazione che la Lega Nord aveva organizzato insieme al quartiere per chiedere piu sicurezza e meno degrado».

A distanza di qualche settimana la posa delle telecamere: «Finalmente raggiungiamo il risultato tanto sperato, atteso e fortemente voluto da noi e da tutti i residenti. Abbiamo combattuto in consiglio comunale e sul territorio per ottenere questo risultato, infatti diverse sono state le interrogazioni presentate in Comune dalla Lega Nord su questo tema».

Ma non ci si vuole fermare qui, prosegue Ghilardi: «Protocollerò nelle prossime ore una mozione per chiedere la presenza di sorveglianza nei punti più sensibili e pericolosi del quartiere. Una mozione che presenterò insieme al consigliere Francesco Scaffidi de La Tua Città».

Poi spiega le motivazioni della nuova mozione: «Siamo consapevoli dell’impegno costante delle forze dell’ordine, in particolare della polizia locale, nonostante i pochi mezzi a loro disposizione e l’esiguo numero di poliziotti e vigili a servizio della città, però non possiamo rimane a guardare inerti la sempre più numerosa presenza non autorizzata di camper e di nomadi per le vie del quartiere, l’aumento costante del numero delle risse che avvengono in strada, in particolare modo nei pressi della “Caffetteria della Pace” e i ripetuti furti (per esempio in farmacia) ai danni dei negozianti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine chiude: «Pertanto chiediamo che questo ordine del giorno venga portato in discussione al più presto e che la maggioranza non perda occasione di dimostrarsi ancora una volta cieca nei confronti dei problemi della gente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

  • Bollettino Lombardia martedì 19 maggio: sempre più guariti, ma risalgono morti e contagi

  • Incidente in viale Monza, travolto e ucciso da un'auto mentre cammina sul marciapiede

Torna su
MilanoToday è in caricamento