Cinisello BalsamoToday

"Giorno del Ricordo": la cerimonia e due eventi per ricordare questa pagina di storia nazionale

Il primo cittadino Giacomo Ghilardi spiega: «La memoria è un dovere, è la via imprescindibile per la riconciliazione. Non è vero che rimuovere aiuta a superare, anzi, la storia dimostra che il passato si supera solo facendo i conti con esso e da esso imparando»

Le vittime delle Foibe verranno ricordate anche a Cinisello Balsamo

La tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe insieme all'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato secondo dopoguerra è diventata una pagina di storia nazionale con l'istituzione del "Giorno del Ricordo".

Tuttavia la maggior parte dei 350.000 sopravvissuti agli eccidi, che hanno abbandonato le loro terre sperimentando lo sradicamento totale, sono morti senza veder riconosciuto il loro sacrificio. Per molti anni, infatti, questa tragedia collettiva è stata censurata per pregiudizio ideologico, anche gli stessi testimoni diretti si sono rassegnati a non parlarne perché guardati con sospetto.

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi spiega: «Noi oggi abbiamo il compito di non celebrare questo appuntamento solo per dovere istituzionale, in modo retorico, ma quello di difendere una verità e di dare spazio alle voci e alle testimonianze delle persone che hanno vissuto quel dramma».

Prosegue il primo cittadino: «La memoria è un dovere, è la via imprescindibile per la riconciliazione. Non è vero che rimuovere aiuta a superare, anzi, la storia dimostra che il passato si supera solo facendo i conti con esso e da esso imparando».

L’amministrazione comunale di Cinisello Balsamo per l'occasione ha organizzato diversi eventi. Si incomincia dal centro culturale Il Pertini dove è disponibile un'esposizione di libri e bibliografia dedicata al tema della giornata.

Domenica 10 febbraio doppio appuntamento: alle ore 11.30 si terrà la tradizionale cerimonia di deposizione della corona presso il momento di ricordo di tutte le Vittime delle Foibe in via Martinelli angolo Piazza Italia.

Il Giardino di Piazza Italia, infatti, nel 2016, proprio nel Giorno del Ricordo, venne intitolato alle vittime delle foibe a seguito di un ordine del giorno votato all'unanimità dal consiglio comunale.

Durante la manifestazione interverranno il sindaco, l'assessore alla centralità della persona Riccardo Visentin e Claudio Giraldi dell'associazione nazionale "Venezia Giulia e Dalmazia".

Alle ore 15.30 all'auditorium del Pertini si terrà lo spettacolo Il sentiero del padre di e con Davide Giandrini. Regia di Franco Palmieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento