Cinisello BalsamoToday

La Tua Città: «Il Bassini non è a rischio chiusura, ma ha problemi di funzionamento»

Così Berlino: «Non riteniamo plausibile una chiusura dell'ospedale Bassini, che è, e resta un punto fermo nella risposta di cura e assistenza sanitaria per i cinisellesi, e non solo, ma rileviamo seri problemi di funzionamento di alcuni servizi forniti dalla struttura»

La cena di Natale dei militanti de "La Tua Città"

Nella querelle sull'ospedale Bassini tra Forza Italia/Lega Nord e i partiti di sinistra locale, interviene anche la lista civica "La Tua Città".

Così il consigliere comunale Giuseppe Berlino in un lungo comunicato: «L'ospedale Bassini è un patrimonio della nostra città, tra luci e ombre».

«Assistiamo da qualche giorno alle schermaglie politiche scaturite in seguito al comunicato stampa di alcuni esponenti della sinistra cittadina, (Rifondazione Comunista e Liberi e Uguali), che ha allarmato i cinisellesi, relativamente a un rischio di chiusura dell'ospedale Bassini».

«A questa bufala dal sapore tutto propagandistico, hanno risposto rappresentanti di Lega e Forza iIalia, che dovendo difendere l'operato della giunta Maroni, hanno respinto tale ipotesi, ricordando che non sono mancati, in questi anni, investimenti rivolti a mantenere in essere i servizi del nostro ospedale».

«Spiace vedere che ci sia qualcuno impegnato ad accusare con false notizie l'avversario politico, così come spiace vedere chi cerca di difendere a ogni costo la guida amministrativa ospedaliera per non creare problemi in vista delle imminenti elezioni per il rinnovo della giunta regionale lombarda».

«Per quanto ci riguarda, non riteniamo per nulla plausibile una chiusura dell'ospedale Bassini, che è, e resta un punto fermo nella risposta di cura e assistenza sanitaria per i cinisellesi, e non solo».

«Ma non possiamo far finta di nulla e non rilevare, che esistono, comunque da tempo, seri problemi di funzionamento di alcuni servizi forniti dalla struttura cittadina. Tra questi, e tra i più sentiti dagli utenti, ci sono quelli legati a una cattiva gestione degli sportelli del Centro Unico di Prenotazione che è causa di interminabili file e lunghe ore di attesa, così come allo stesso modo si registrano lunghe ed estenuanti ore di attesa per le visite in pronto soccorso, o ancora, così come lontani nel tempo, (anche oltre un anno), sono le date disponibili per gli appuntamenti delle visite specialistiche».

«E come dimenticare infine i problemi che si registrano nel parcheggio libero lasciato da tempo nel degrado più assoluto, o in quello a pagamento che risulta essere tra i più costosi dell'hinterland».

«Sono questi i disservizi che i cittadini lamentano giornalmente e che la politica regionale, attraverso i dirigenti che nomina alla guida di queste strutture, dovrebbe cercare di affrontare e risolvere. Ed è quello che chiederemo al direttore amministrativo Odinolfi nell'audizione che si terrà a gennaio in consiglio comunale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La tutela della salute dei cittadini e la qualità dell'offerta dei servizi connessi, devono essere al primo posto nell'azione politica di chi governa il territorio, e non può diventare strumento di propaganda o battaglia politica di questa o quella fazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento