Cinisello BalsamoToday

Addio al «primo leghista di Cinisello», lutto per l'assessore Maggi per la scomparsa del padre

Il 28 dicembre è venuto a mancare il padre dell'assessore Daniela Maggi, Angelo il "Maggino" come lo chiamava lei, militante storico del Carroccio, segretario della Lega di Cinisello a metà degli anni '90 e per anni grafico della Lega Lombarda

Angelo Maggi assieme al sindaco Giacomo Ghilardi

La fine dell'anno ha portato con sè un lutto a Cinisello Balsamo, che tocca sia la cittadinanza intera che il mondo della politica locale, ma in particolar modo l'assessore allo sport e alla cultura Daniela Maggi. Infatti nella giornata del 28 dicembre è venuto a mancare il padre, Angelo Maggi, il "Maggino" come lo chiamava sua figlia, attivista della Lega in città di cui fu militante storico, segretario della Lega di Cinisello a metà degli anni '90 e per anni grafico della Lega Lombarda.

Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia, sia dai partiti politici (sia di centrodestra che di centrosinistra), ma anche da tantissimi cittadini.

Il sindaco Giacomo Ghilardi lo ricorda brevemente così: «Il nostro Angelo, il nostro guerriero. Mi mancherai tanto».

Tra chi ha dato il suo messaggio di addio a Maggi c'è il consigliere comunale di Forza Italia Angelo Antonio Di Lauro che parla a nome del partito: «Il partito di Forza Italia in Cinisello Balsamo è vicino alla famiglia dell'assessore Maggi, per la prematura e inaspettata scomparsa del suo caro papà. Uomo tenace, comprensivo, disponibile e pronto nello spendersi per gli altri».

Poi prosegue: «La sua passione per la politica, il suo impegno per i giovani, era di esempio per tutti noi che lo abbiamo conosciuto e apprezzato. Il primo leghista di Cinisello Balsamo, da sempre. Caro Angelo ci mancheranno i tuoi consigli e le tue apprezzate e mai retoriche ramanzine, per aiutarci nello smussare ogni pretesa personale per arrivare ad ottenere l'obiettivo da raggiungere. Grazie della tua amicizia e che il Signore Gesù possa spalancarti le porte del Paradiso accogliendo la tua eccezionale persona. Ovunque tu sia, buon viaggio Angelo».

Un ricordo lo porta anche Jari Colla, deputato cinisellese: «Erano suoi molti manifesti che hanno fatto la storia del nostro movimento. Uomo di grande cuore, gran lavoratore, con lui abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo tante e tante volte. Non si tirava certo indietro di fronte alle sfide, politiche e non. Amava le feste della Lega e aveva un sogno: quello di organizzarne una anche a Cinisello. Sono sicuro che quel desiderio prima o poi lo realizzeremo».

Anche il PD in un breve comunicato si unisce al lutto: «Il PD si stringe vicino al dolore della famiglia dell'assessore Maggi e alla Lega per la triste scomparsa di Angelo Maggi».

Proprio Daniela Maggi, nel dolore, ha trovato il tempo di ringraziare tutti quanti a nome della propria famiglia: «Vogliamo ringraziare tutte le persone che ci sono state vicine in questo triste momento. Siamo realmente commossi e grati per l'affetto e l'amicizia dimostrati. Il "Maggino" era un grande uomo. E non lo dico perché sono la figlia, lo era davvero».

Poi lo dipinge in poche parole: «Una buona parola sempre per tutti, pronto a spronarci a fare sempre più e sempre meglio. Grazie alla mia famiglia, la grande famiglia della Lega, che si è stretta attorno a noi in questo momento di grande dolore. Grazie alla grande famiglia che è questa giunta comunale, amici prima che colleghi. È stata una fortuna incontrarvi. Grazie a tutti, uno per uno, davvero. Grazie di cuore. Ci mancherai Maggino».

I funerali si svolgeranno lunedì 2 dicembre alle ore 15 nella chiesa San Pio X di via Marconi a Cinisello Balsamo.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento