Cinisello BalsamoToday

Nuova riorganizzazione per il PD cinisellese, un solo segretario cittadino e piazze virtuali

Ad ampia maggioranza si è decisa l'elezione di un unico segretario cittadino (invece che tre) nel congresso che si svolgerà il prossimo 18 novembre, quando verrà definita la strategia politica del partito e l'unione dei circoli»

Uno scatto durante l'assemblea di martedì 9 ottobre

Nella serata di martedì 9 ottobre si è tenuta l'assemblea degli iscritti del Partito Democratico di Cinisello Balsamo presso il circolo di via Marconi, per decidere la futura organizzazione del partito. All'assemblea ha preso parte anche il referente del pd metropolitano Paolo Razzano oltre a tutti gli iscritti, i consiglieri comunali e i coordinatori dei circoli cittadini.

Dal PD fanno sapere che l’obiettivo è stato quello «di svolgere un’azione politica più incisiva e, ad ampia maggioranza, si è quindi decisa l'elezione da parte degli iscritti di un unico segretario cittadino (invece che tre) nel congresso che si svolgerà il prossimo 18 novembre, quando verrà definita la strategia politica del partito, con conseguente unificazione dei circoli».

Il PD spiega le ragioni di «una scelta coraggiosa e innovativa per permettere a iscritti e simpatizzanti di partecipare in modo più allargato alle scelte politiche e culturali del Partito Democratico cinisellese e dare così un contributo fattivo ai programmi, affinché non si affermi la cultura anti-democratica e autoritaria di chi oggi sta governando l'Italia».

Il comunicato post-assemblea analizza: «Il PD è il partito che ha avuto alle ultime elezioni amministrative più consensi in Città, ha una cultura di governo forte e una chiara identità europeista e internazionale, rappresenta oggi più che mai un baluardo contro le forze politiche improvvisate e irresponsabili che rischiano di negare un futuro di pace ai nostri figli per un mero calcolo elettorale».

Il PD reagisce così alla sconfitta elettorale: «Per questa ragione è necessario radicarsi maggiormente, discutere e ascoltare in maniera più allargata e avere una leadership forte che sappia liberare le tante energie che vedono nel PD l'unica forza in grado di fare un’opposizione alle scelte dannose o alle inerzie e ritardi dell'attuale maggioranza nazionale e locale».

Le nuove piazze del confronto virtuale come opportunità per superare quelle del mondo reale: «Sarà valutato come mantenere aperte sedi in diverse zone della città, anche se la vecchia organizzazione territoriale non è più sufficiente, perché è cambiato il modo di partecipare alla politica da parte dei cittadini: Facebook, Twitter e i tanti altri social rappresentano spesso le nuove piazze del confronto, e l'organizzazione interna e gli strumenti della comunicazione debbono essere modificati tenendo presente il cambiamento della società».

Chiudono dal PD: «Nessun passo indietro o chiusura di attività, anzi un necessario e notevole passo in avanti nella direzione di una maggiore prossimità ai bisogni della città e dei suoi cittadini, con una sola voce per una maggiore incisività».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incendi

    Incendio, cala la diossina: si possono tenere aperte le finestre

  • Incidenti stradali

    Auto si ribalta più volte: ragazza di 22 anni in fin di vita al San Raffaele

  • Attualità

    Cestini usati per i rifiuti domestici, brutta abitudine in aumento: Amsa scende in campo

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano dal 19 al 21 ottobre

I più letti della settimana

  • Donna di 39 anni muore in metro' a Cadorna: sul posto polizia e 118

  • Vastissimo incendio in via Chiasserini a Milano: fiamme visibili da chilometri

  • 16enne si sente male a scuola: morta

  • Milano, ecco perché fumo e odore di bruciato vengono avvertiti in quasi tutta la città

  • Forte odore di bruciato a Milano: boom di segnalazioni da piazzale Lotto a Città Studi

  • Incendio in via Chiasserini, allarme diossina: acceso un ventilatore per allontanare i fumi

Torna su
MilanoToday è in caricamento