Cinisello BalsamoToday

Degrado all'ex Katia Arredamenti, Lega Nord e La Tua Città chiedono azioni immediate

Così i due partiti cinisellesi: «Chiederemo alle forze dell'ordine di valutare un intervento immediato e al sindaco di emettere un'ingiunzione comunale al proprietario privato dell'immobile al fine di risolvere le occupazioni abusive

Un bivacco presso il terreno dell'ex Katia Arredamenti

La Lega Nord di Cinisello Balsamo e la lista civica La Tua Città hanno effettuato un sopralluogo presso l'ex Katia Arredamenti in città e, dopo lo stato della struttura hanno annunciato un esposto alle forze dell'ordine e una richiesta di riqualificazione immediata del quartiere.

A parlare all'unisono sono i consiglieri comunali Giacomo Ghilardi (Lega Nord), Giuseppe Berlino e Antonio Di Lauro (La Tua Città): si verifica all’interno dello stabile Ex Katia Arredamenti e dell'area adiacente, sita in via Lombardia a Cinisello Balsamo».

Proseguono: «Il sopralluogo è stato effettuato insieme ai cittadini del quartiere che risiedono a ridosso della struttura fatiscente e abbandonata da diversi anni e utilizzata come rifugio, dormitorio e passa tempo, da extracomunitari clandestini e soggetti poco raccomandabili. Degrado, sporcizia e insicurezza è quanto lamentano gli abitanti di viale Lombardia che si ritrovano a dover “convivere” con persone dalla sconosciuta identità che in barba a ogni tipo di normativa, agevolati da politiche permissive e buoniste della solita sinistra cittadina, occupano abusivamente uno stabile insito in un’area densamente popolata e che presenta forti problemi legati alla sicurezza».

E ancora: «A qualsiasi ora del giorno e della notte è possibile notare un via vai di persone che scavalcano incuranti le mura di cinta, anche oggi al nostro arrivo, come documentato da alcune foto scattate, qualcuno ha pensato bene di abbandonare in tutta fretta l'area, consapevole della propria clandestinità. E, dall’alto dei palazzi, lo spettacolo visibile è ancor più di assoluto degrado, con rifiuti di ogni genere sparsi tra giacigli per la notte, fuochi accesi per il pranzo e la cena, aree utilizzate come gabinetti a cielo aperto».

L'invettiva: «Siamo stanchi di dover portare all’attenzione del sindaco sempre gli stessi problemi che risultano essere come sempre inascoltati. Esigiamo delle risposte concrete e il massimo rispetto nei confronti degli abitanti del quartiere. Per questo motivo protocolleremo un esposto alle forze dell’ordine presenti sul nostro territorio e presenteremo in consiglio comunale una mozione congiunta per far si che una volta per tutte si affronti e si risolva quanto denunciato».

Chiudono i tre: «Vedremo chi avrà voglia di ascoltare le comprensibili lamentele dei cittadini e chi, cosi come successo fino a oggi, si dimostrerà sordo e menefreghista rispetto alle stesse».

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento