Cinisello BalsamoToday

Le opposizioni: «Un milione di euro per piazza Gramsci, operazione di maquillage elettorale»

Sul restyling di piazza Gramsci le opposizioni si uniscono e tuonano contro la giunta comunale di Cinisello Balsamo in un clima che, come si prevedeva, da settembre guarda sempre più alle elezioni comunali della primavera 2018

Piazza Gramsci

Le opposizioni si uniscono e tuonano contro la giunta comunale di Cinisello Balsamo in un clima che, come si prevedeva, da settembre guarda sempre più alle elezioni comunali della primavera 2018.

Così arriva un duro comunicato firmato da tutte le forze di opposizione di centrodestra cinisellese, che comprende i gruppi consiliari Forza Italia, Lega Nord, lista civica Cittadini Insieme, lista civica La Tua Città e Lombardia Popolare.

Così il comunicato che vi riportiamo interamente:

«In perfetta tempistica pre-elettorale, la giunta ha iniziato ad annunciare grandi progetti di riqualificazione urbana come quello di piazza Gramsci, presentato con un comunicato stampa e addirittura con un video su Facebook».

«L’opera di “rigenerazione sociale” di piazza Gramsci (così la definiscono), per un importo di un milione di euro, non deriva da politiche di buon governo o risparmi finanziari, ma è la contropartita per la costruzione di ulteriori aree commerciali all’interno del progetto del megacentro commerciale Auchan».

«Questa è la dimostrazione del totale fallimento del progetto originario che ha portato piazza Gramsci allo stato attuale, per il quale i cittadini hanno già speso finora, tra realizzazione e manutenzione, oltre 5 milioni di euro. Come al solito, invece di recepire i suggerimenti dei cittadini, degli operatori sociali e commerciali su come migliorare la situazione, la giunta comunale di Cinisello Balsamo ha annunciato il progetto e ha organizzato delle “presentazioni” con cui tenta di dare una parvenza di partecipazione».

«Già nel 2003 le oltre 6.000 firme raccolte dai cittadini, scettici a quel progetto di rifacimento di piazza Gramsci non erano state considerate dall’allora giunta comunale e, visti i precedenti, questa volta avremmo auspicato un preventivo coinvolgimento della cittadinanza attraverso incontri preliminari per valutare idee e proposte che avrebbero potuto affrontare le problematiche attuali, ma questo metodo non fa parte del modo di far politica dei partiti che governano Cinisello Balsamo da decenni».

«Siamo contrari a spendere un altro milione di euro per una mera operazione di maquillage elettorale, che non risolverà, evidentemente, i veri problemi di piazza Gramsci, quali la vivibilità, la sicurezza, la viabilità, i parcheggi e l’illuminazione».

«Avremmo preferito una progettazione più seria e completa, della piazza e dell’intero centro cittadino, che soffre gli errori di questi ultimi 15 anni di giunte di sinistra».

«A nostro avviso, sarebbe stato meglio, vista l’esiguità della cifra disponibile, destinare questa somma per affrontare alcuni gravi problemi delle aree periferiche, investendo in una maggiore sorveglianza del territorio, in una migliore manutenzione e pulizia della città, in una rivisitazione della caotica viabilità cittadina, trovando nei prossimi bilanci, ben altre risorse necessarie a una reale risoluzione dei problemi del centro cittadino».

«Siamo purtroppo convinti che con l’avvicinarsi delle prossime elezioni amministrative, assisteremo sempre più frequentemente a questi tipi di annunci mirabolanti da parte della giunta, ma il giocattolo si è rotto e i cittadini non cadranno più in questa trappola tutta pre-elettorale».

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come liberarsi di un nido di vespe

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Sciopero di metro, bus e tram Atm: ecco gli orari dei mezzi per giovedì 11 luglio a Milano

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Rapina in banca a Milano: clienti e dipendenti sequestrati, due banditi in fuga con i soldi

  • Sciopero Trenord a Milano, i treni si fermano per 23 ore: nessuna fascia di garanzia, gli orari

Torna su
MilanoToday è in caricamento