Cinisello BalsamoToday

PD, Cinisello Civica e "Up": «Meroni si scusi per i post indegni che inneggiano al Duce»

Il PD e la lista "Cinisello Balsamo Civica" hanno annunciato che porteranno il "caso Meroni" in consiglio comunale con una mozione urgente che verrà discussa nella serata di lunedì 29 aprile a Cinisello Balsamo. Anche "Up" critica il consigliere leghista

Andrea Catania e Marco Tarantola del PD durante la celebrazione del 25 aprile

Il Partito Democratico e la lista civica "Cinisello Balsamo Civica" hanno annunciato che porteranno il "caso Meroni" in consiglio comunale con una mozione urgente che verrà discussa nella serata di lunedì 29 aprile a Cinisello Balsamo.

Le due liste di centrosinistra da una parte avevano pensato di chiedere le dimissioni per i post "nostalgici" pubblicati su Facebook nel 2015 dall'attuale consigliere comunale della Lega, presente alle celebrazioni del 25 aprile quest'anno nella sua carica pubblica ufficiale, poi hanno corretto il tiro anticipando la richiesta rivolta al consigliere «di abiurare pubblicamente e chiedere scusa al sindaco e alla maggioranza».

augusto meroni lega cinisello-2

Così dal centrosinistra: «Chiediamo chiarezza al sindaco Ghilardi. Le immagini postate dal vice capogruppo Meroni non sono una goliardata, ma un segnale pericoloso. Post indegni, sessisti, che inneggiano al Duce, mai smentiti, ricchi di commenti vergognosi e in alcuni casi antisemiti».

Anche il movimento "Up-Unione Popolare" attacca Meroni per i suoi post: «Se quanti hanno fischiato in piazza sono stati, a torto o a ragione, criticati, come adesso dovrebbe reagire l'opinione pubblica cinisellese e, a maggior ragione, ogni componente della giunta, del consiglio comunale e lo stesso sindaco, dinanzi all'evidenza e incoerenza mostrata da queste immagini (le pubblicazioni di Meroni di cui una qui sotto, ndr)?».

post augusto meroni cinisello lega duce:2-2

Proseguono dal movimento: «Come è possibile che un consigliere cinisellese che solo 4 anni fa inneggiava al fascismo e ostentava il lutto per il 25 aprile, nel 2019, lo stesso giorno, si possa ritrovare sul palco accanto ad ANPI e alle altre associazioni per festeggiarne la ricorrenza, a questo punto di che cosa? Ce lo può spiegare lei stesso consigliere Meroni? Ce lo può spiegare lei, signor sindaco? Ce lo può spiegare chiunque della giunta gli sia seduto accanto o nelle immediate vicinanze? Sono o non sono, quelle condivise, immagini e richiami propri del ventennio? Potete, voi che gli state accanto, accettare richiami a un periodo tanto tetro e portatore di lutti e disastri per la nostra nazione?».

"Up" rincara la dose: «Esprimetevi decisamente sul contenuto di simili pubblicazioni e sull'opportunità che persone con questi ideali possano degnamente rappresentare la nostra città, perché se non vi esprimerete, col vostro silenzio sarete conniventi. Con quale "sommo rispetto" e coerenza interiore il consigliere Meroni ha inteso ascoltare le parole della Brigata Ebraica, di ANPI e delle altre associazioni invitate, che sono portatrici di valori antitetici rispetto a quelli che lui mostra di prediligere?».

Poi invita Meroni a scusarsi: «Perché a essere stato fischiato non è stato il 25 aprile o il ricordo di quanti han dato la vita per una Patria libera, a essere fischiata è stata l'incoerenza che promana da alcuni membri degli organi che ci rappresentano. Meroni, si esprima su quanto da lei in precedenza pubblicato, si scusi con i cinesellesi che rappresenta e con tutte le associazioni invitate in piazza a commemorare ciascuna le loro perdite».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E infine: «Le nostre perdite! Ma, a questo punto, le chiediamo: sono pure le sue? Quanti di coloro che siedono in consiglio comunale si sentiranno di difendere tale operato e quanti se ne dissoceranno? Quanti ne chiederanno le dimissioni?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento