Cinisello BalsamoToday

Catania (PD): «Sulla nuova Metro 5 non è il momento di polemiche sterili e divisioni inutili»

Il capogruppo del Pd spiega: «Valutare la posizione delle fermate non è come spostare i carri armati a "Risiko". Il terreno è scivoloso e non sappiamo neanche se per il nuovo ministro questo prolungamento sia una priorità. Guardiamo al bene della città»

Il progetto del futuro prolungamento della M5

Il trasporto pubblico a Cinisello Balsamo da anni è al centro di polemiche e dibattiti, sia tra i cittadini che tra le forze politiche, e in questi ultimi mesi è tornato sulla bocca di tutti da una parte per il prolungamento della metropolitana M5 fino a Monza (passando da Cinisello Balsamo), dall'altra per le future scelte della nuova amministrazione comunale in tema di viabilità cittadina (strade, mezzi pubblici e piste ciclabili).

Anche in tal senso va letta la polemica che c'è tra maggioranza e opposizione, riassunta da una parte dalle parole del capogruppo del PD Andrea Catania, e dall'altra da quelle dell'assessore all'urbanistica Enrico Zonca.

Così Catania che apre al dialogo verso le forze della maggioranza per il bene comune M5: «Vi racconto una storia. Cinque anni fa quasi nessuno parlava del prolungamento della metro Lilla verso Monza passando da Cinisello Balsamo ed addirittura il percorso ipotizzato passava da Sesto San Giovanni. Oggi, dopo un duro lavoro, questo progetto è vicino a potersi realizzare concretamente, ma i tempi sono stretti: entro autunno bisogno presentarlo al ministero per chiedere i finanziamenti».

Prosegue l'ex assessore: «A inizio agosto Metropolitana Milanese ha presentato una ipotesi tecnica di lavoro in cui stralciava la fermata del Bassini e spostava quella di via Matteotti verso l'interno, novità importanti. Motivo? Sembrerebbe, ma non ho modo di vedere le carte, che in questo modo il rapporto costi/benefici sia meglio garantito e sia più probabile portare a casa i finanziamenti».

Continua Catania: «Personalmente, credo importante fare una battaglia politica comune per mantenere la fermata del Bassini e sono disponibile a valutare qualunque miglioramento, ma la maggioranza che governa la città ci faccia capire la sua proposta senza mettere a repentaglio la sostenibilità del progetto».

Chiude il consigliere comunale: «Valutare la posizione delle fermate non è come spostare i carri armati a "Risiko". Il terreno è scivoloso e non sappiamo neanche se per il nuovo ministro questo prolungamento sia una priorità. Non è quindi il momento per fare polemiche sterili e per divisioni inutili. Guardiamo al bene della città».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, grosso incendio in Stazione Centrale: a fuoco un'area dove si rifugiano i clochard

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

  • Uomo vestito da Joker e con una pistola finta provoca il panico in metro a Milano: treni in tilt

Torna su
MilanoToday è in caricamento