Cinisello BalsamoToday

"Piano Periferie", a Cinisello sono 3 le opere a rischio, PD: «Governo ruba futuro a periferie»

La notizia dello slittamento del "Piano Periferie" ha scatenato la reazione del Partito Democratico cinisellese che ha criticato la scelta del governo centrale. Cascina Cornaggia, la scuola Bauer e il ponte ciclopedonale su viale Fulvio Testi sono le opere presenti nel piano

Tutti i consiglieri comunali del Partito Democratico cinisellese

E' notizia di mercoledì 9 agosto della decisione da parte di 5 Stelle e Lega di fare slittare di due anni il "Piano periferie" creato dai governi Renzi prima e Gentiloni poi, finanziato per 2,1 miliari da parte dello Stato centrale e già ratificato dalla presidenza del consiglio e dai Comuni nel corso del 2017.

Questa decisione, arrivata, tramite il decreto "Milleproroghe", riguarda moltissimi Comuni capoluogo e tantissimi altri piccoli Comuni, tra cui c'è anche Cinisello Balsamo, interessato dal "Piano Periferie" per quanto riguarda Cascina Cornaggia, la scuola Bauer e il ponte ciclopedonale su viale Fulvio Testi che collegherà i rioni Crocetta (Cinisello) e Rondinella (Sesto San Giovanni).

Dopo la diffusione della notizia il Partito Democratico ha diffuso un comunicato durissimo per criticare questa scelta e ha invitato il sindaco Ghilardi a dire chiaro e tondo il suo pensiero a riguardo.

Questo il comunicato integrale del PD:

«Il governo ruba il futuro delle nostre periferie! Cosa risponderà il nostro sindaco al fatto che il governo che comprende il suo partito ruba futuro e risorse ai cittadini cinisellesi?».

«Avete presente il progetto “Rigenerazione urbana nel Nord Milano”, presentato dai Comuni di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni insieme a Milano? A Cinisello Balsamo si prevedeva il recupero architettonico e la riqualificazione urbana con funzioni sociali della Cascina Cornaggia, la realizzazione del ponte ciclopedonale e il potenziamento delle piste ciclabili connesse tra il quartiere Crocetta e il quartiere Rondinella, la riqualificazione sociale della scuola Bauer nel quartiere Villa Rachele e l’attivazione del "Progetto di Comunità" tra i quartieri che si strutturano lungo il viale Fulvio Testi/SS36».

«Con un emendamento del milleproroghe il governo ha tagliato 2,1 miliardi di investimenti sulle periferie. Fondi stanziati nella scorsa legislatura per numerosi progetti a favore delle aree più deboli delle nostre città».

«Abbiamo una sola domanda: perché? Perché bloccare quello che era il più grande investimento in periferie della storia del Paese? Solo perché lo avevano deciso Renzi e il PD? Perché bloccare opere in avanzato stato di progettazione, pronte alla gara? Perché ogni volta che toccano qualcosa questi signori fermano appalti, opere, lavoro e sviluppo?»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento