Cinisello BalsamoToday

Trezzi (PD): «Bugie su Cascina Cornaggia, Ghilardi non ascolti i cattivi consiglieri»

L'ex sindaco Siria Trezzi interviene ancora relativamente al "Piano Periferie" e ai tre progetti, che riguardano Cinisello Balsamo, che probabilmente vedranno la luce solo dopo il 2020; in particolare la consigliera comunale del PD si riferisce a quello relativo a Cascina Cornaggia

Cascina Cornaggia è al centro di un progetto di riqualificazione tramite il "Piano Periferie"

L'ex sindaco Siria Trezzi interviene ancora relativamente al "Piano Periferie" e ai tre progetti, che riguardano Cinisello Balsamo, che probabilmente vedranno la luce solo dopo il 2020; in particolare la consigliera comunale del PD si riferisce a Cascina Cornaggia.

Così Trezzi: «Credo giusto e utile dare risposta a quanto scritto dal sindaco Giacomo Ghilardi, non per polemica, ma per correttezza di informazione e, magari, per aprire un confronto utile per l'amministrazione».

Prosegue l'ex prima cittadina: «Intanto fa piacere che su nostra sollecitazione si sia messo in contatto con i parlamentari per avere delucidazioni sulla sorte dei nostri bandi. Ha ascoltato un buon consiglio e ha battuto un colpo. Spieghi però il sindaco perché la precedente amministrazione avrebbe lavorato male, come ha scritto, su Cascina Cornaggia e cosa si deve invece fare per lavorare bene o meglio».

Ancora Trezzi: «Intanto si dicano le cose come stanno: l'offerta mandata all'Agenzia delle Entrate non è della giunta, bensì del privato proprietario dell'area. Le procedure corrette e trasparenti funzionano in questo modo (come per altri casi, e chi fa l'amministratore dovrebbe saperlo): il privato fa una perizia e il Comune la invia per una valutazione all'Agenzia delle Entrate che ha proprio quella funzione di controllo».

Continua la consigliera: «Dunque, da parte nostra, nessun danno erariale, nessuna procedura discrezionale, ma il rispetto rigoroso delle regole nell'interesse pubblico: infatti la valutazione dell'agenzia ha portato un vantaggio al Comune e non una perdita».

Trezzi incalza: «Infine, purtroppo, il progetto non è stato posticipato come afferma Ghilardi, di un anno, ma bensì di 2, al 2020: ma forse il sindaco non lo ricorda, poichè quando si è discusso l'assestamento e la variazione di bilancio non era in consiglio».

La consigliera domanda: «Ci vuole tutto questo tempo per riaggiornare il progetto? Per quale motivo si sta ritardando un'opera con il rischio di sforare i termini per l'utilizzo delle risorse? Se si vuole cambiare il progetto lo si dica chiaramente e se ne discuta».

Chiude Trezzi: «Quelle pubblicate da Ghilardi nel suo post, sono purtroppo le parole già sentite da un'altra voce della giunta. Si lasci dare un consiglio: non ascolti troppo i cattivi consiglieri. Buon lavoro e se si vuole modificare Cascina Cornaggia basta dirlo e chiedere una collaborazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento