Cinisello BalsamoToday

PD e Cinisello Civica: «Lo sportello lavoro per gli stranieri in Crocetta dava valore al rione»

Catania e Duca: «Il sindaco Ghilardi chiude senza motivo apparente un importante servizio del quartiere Crocetta senza rendersi conto che la cancellazione di questo sportello renderà più difficile monitorare quello che accade alla popolazione immigrata»

Andrea Catania e Gianfranca Duca criticano la scelta del sindaco sullo sportello in Crocetta

Il Partito Democratico di Cinisello Balsamo e la lista civica "Cinisello Balsamo Civica" denunciano la decisione dell’amministrazione comunale di chiudere lo "Sportello Lavoro" che aveva sede in Crocetta e che forniva attività di informazione, orientamento e prima accoglienza rivolte in particolare ai cittadini stranieri, ma in generale a tutte le persone in cerca di prima o nuova occupazione.

Spiegano dal centrosinistra: «Il servizio era promosso dall'Azienda Insieme per il Sociale (IPIS) ed era attivo da circa un anno in viale Romagna. Il sindaco Giacomo Ghilardi ha annunciato parallelamente l'apertura di un "Punto Lavoro" gestito da Afol affermando che si tratta di un segnale di attenzione verso quartieri in passato dimenticati».

Proseguono le due liste: «Il sindaco dimentica però che, chiudendo un servizio per aprirne un altro, il gioco è a somma zero. Inoltre, sempre nel quartiere Crocetta sono stati aperti in passato la "Casa della Cittadinanza" e un punto del Fuori Pertini, ma questo il sindaco preferisce non ricordarlo».

E ancora: «Nel quartiere con la più alta densità di stranieri della città, era forse più utile uno sportello che prevedesse, oltre al supporto tradizionale, anche una attività di mediazione culturale e di sostegno a chi non conosce bene la nostra lingua e i nostri procedimenti piuttosto che uno sportello che fornisce servizi simili a quelli che Afol già offre sul territorio di Cinisello Balsamo».

Per questo motivo, il Partito Democratico di Cinisello Balsamo e "Cinisello Balsamo Civica" «condannano la decisione chiudere un servizio che dava un valore aggiunto al quartiere e chiedono al sindaco le motivazioni dietro questa decisione. Una scelta che non rappresenta un buon esempio di utilizzo di risorse pubbliche».

I capigruppo Andrea Catania (PD) e Gianfranca Duca (civica) all'unisono commentano: «Oggi il sindaco Ghilardi chiude senza motivo apparente un importante servizio del quartiere Crocetta, complementare a quanto già offerto in città, senza rendersi conto che la cancellazione di questo sportello renderà più difficile monitorare quello che accade alla popolazione immigrata. L'insicurezza e l'illegalità nascono esattamente dove non c'è monitoraggio e dove non si creano le condizioni per una migliore inclusione nel mondo del lavoro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arriva concisa e secca la replica del sindaco Giacomo Ghilardi: «Punto 4 del nostro programma elettorale "Prima la nostra gente". Siete d'accordo?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

Torna su
MilanoToday è in caricamento