Cinisello BalsamoToday

Up-Unione Popolare attacca M5S: «Non fa opposizione e non dice niente sugli asili nido»

Il movimento cittadino "Up-Unione Popolare" sfida il MoVimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo a «battere un colpo» perché «notiamo, con grande rammarico, che esso non sta facendo alcun tipo di opposizione in città»

Up-Unione Popolare stuzzica il MoVimento 5 Stelle sul tema degli asili nido comunali

Il movimento cittadino "Up-Unione Popolare" (nato a novembre 2018) sfida il MoVimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo a «battere un colpo» perché «notiamo, con grande rammarico, che esso non sta facendo alcun tipo di opposizione».

"Up-Unione Popolare" che come posizione politica si colloca in un'area vicina più al centrosinistra che a fianco della giunta guidata da Giacomo Ghilardi, cerca di stuzzicare M5S su un tema, quello dell'esternalizzazione dei nidi comunali, che sta facendo molto discutere in città.

Così Up, che esprime piena solidarietà ai lavoratori comunali coinvolti dalle scelte dell'amministrazione comunale, in un comunicato che riportiamo integralmente:

«M5S se ci sei batti un colpo. Il M5S come si pone di fronte a tale “pesante” manifesto (il riferimento è a quello affisso nel parcheggio del palazzetto dello sport, ndr)?».

«Notiamo, con grande rammarico, che esso a Cinisello Balsamo non sta facendo alcun tipo di opposizione, pur facendo parte della minoranza, e ancor meno si è espresso sull’ormai consolidato comportamento del sindaco di trincerarsi dietro silenzi assordanti o comunicati stampa unidirezionali, che mortificano il titolo di cui il primo cittadino si è incoronato durante la campagna elettorale: “sindaco del dialogo”».

«Anche nel caso dell’esternalizzazione dei nidi è strano osservare come il M5s stia, passivamente, sostenendo la posizione di sindaco e giunta, andando anche contro i propri valori che, sia a livello nazionale che a livello locale in altri Comuni, non sono mai orientati verso l’esternalizzazione dei servizi».

«Come è possibile, infatti, che i grillini possano sostenere a livello statale la nazionalizzazione delle autostrade e a livello comunale non dicano nulla sulla esternalizzazione dei servizi comunali?».

«Alquanto strana appare anche la sostituzione in consiglio comunale della consigliera Dafne Loreggia con il primo dei non eletti Luigi Vavassori. Già nella scorsa legislatura assistemmo alla diaspora dei giovani consiglieri comunali grillini che portò all'ingresso dello stesso Vavassori. Sarà un caso?».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tra l'altro la consigliera Loreggia, nonostante la giovane età, aveva finora dimostrato preparazione e impegno nel ricoprire il suo ruolo, esprimendosi anche a favore della riapertura del dialogo con i lavoratori dell'ente e sottoscrivendo, insieme ad altri consiglieri comunali, una lettera, indirizzata al presidente del consiglio comunale, per rimarcare il rispetto delle regole e della legalità, ossia quei temi sui quali da sempre il M5s è molto attento e presente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, Brumotti di Striscia colpito con una bastonata in testa: ricoverato in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento