Cinisello BalsamoToday

La polizia locale scopre un'officina abusiva a Balsamo con stoccaggio illegale di rifiuti

Nella mattinata del 6 febbraio gli agenti della polizia locale di Cinisello Balsamo hanno compiuto un'ispezione presso la sede di un rivenditore di auto, nella zona industriale di Balsamo, e hanno scoperto un'attività abusiva e illegale

L'ispezione della polizia locale ha portato a una scoperta importante

Nella mattinata del 6 febbraio, tra le varie attività di controllo che ogni giorno compie la polizia locale di Cinisello Balsamo, è rientrata anche l’ispezione presso la sede di un rivenditore di auto, nella zona industriale di Balsamo, per effettuare delle verifiche sull'attività.

Durante l’intervento gli agenti si sono però accorti della presenza di rifiuti riconducibili a un'attività connessa a riparazioni auto che veniva effettuata all'interno del capannone di vendita in uno spazio appositamente ricavato.

L’officina, non essendo autorizzata, era abusiva. Inoltre nel proseguo del sopralluogo in alcuni locali contigui sono stati rinvenuti numerosi pneumatici in disuso, circa 450, stoccati in modo non conforme, e nel cortile numerose parti di carrozzeria e meccaniche, appartenenti ad auto, e altri 100 pneumatici.

Al termine dell’ispezione i responsabili sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per reati ambientali riferiti al trattamento e stoccaggio di rifiuti speciali, pericolosi e non, e le attrezzature dell'officina sono state sequestrate.

Il sindaco Giacomo Ghilardi spiega: «E' un nuovo duro colpo all'illegalità. Dopo anni di tolleranza abbiamo iniziato un lavoro capillare di controlli sul territorio che ci sta permettendo di scoprire e sanzionare chi esercita abusivamente un’attività o accatasta rifiuti speciali pericolosi illegalmente mettendo in pericolo la salute di tutti i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

Torna su
MilanoToday è in caricamento