Cinisello BalsamoToday

Sapere Aude, i cittadini protagonisti dello sviluppo culturale anche nelle periferie

La cultura a portata di quartiere. Con il progetto "Sápere Aude" l'amministrazione comunale si propone di estendere, attraverso attività di carattere partecipativo, l'offerta culturale garantita dal centro culturale Il Pertini nel centro città

Il Pertini, simbolo di una cultura che si vuole estendere anche nelle periferie

La cultura a portata di quartiere. Con il progetto "Sápere Aude" (osa sapere, in latino) l'amministrazione comunale si propone di estendere, attraverso attività di carattere partecipativo, l'offerta culturale garantita dal centro culturale Il Pertini nel centro città.

Il Comune di Cinisello Balsamo, infatti, si è aggiudicato un contributo di 150.000 euro dalla Fondazione Cariplo per finanziare in parte il progetto di tre anni dal valore totale di 300.000 euro. La partnership, con il Comune come capofila, vedrà coinvolti il Pertini, l'Associazione Marse, Il Torpedone, l'Associazione amici del Pertini e di Villa Ghirlanda ed il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest.

Così l'assessore alla cultura Andrea Catania: «Il progetto intende arricchire e innovare l'offerta culturale in città attraverso il coinvolgimento attivo dei cittadini, grazie alla costruzione di una rete diffusa, in continuità con il Pertini, che dia particolare attenzione alle zone decentrate dei quartieri Crocetta e Sant’Eusebio».

I percorsi di co-progettazione consentiranno agli utenti di proporre nuove attività culturali e animative in connessione con il Pertini, le associazioni, le scuole e gli oratori, così da creare nuovi poli culturali periferici.

L'infrastruttura, dunque, non sarà più legata esclusivamente a un luogo fisico, ma alla città stessa e ogni spazio cittadino potrà diventare luogo di cultura: un angolo di parco può diventare un teatro, un centro di aggregazione o una piccola biblioteca. In questo modo l'offerta culturale sarà sempre adeguata al contesto grazie alla collaborazione con il territorio.

Tra le principali iniziative, l’attivazione di due nuovi punti di prestito interbibliotecario decentrato, uno nel quartiere Crocetta, presso il Centro Civico Anziani di via Friuli e uno a Sant'Eusebio, presso il Centro Civico, dove sarà possibile prendere e restituire direttamente il materiale bibliotecario.

In aggiunta ai poli, saranno aperti due punti di Book-Crossing dove si potrà scambiare libri grazie al lavoro dei volontari dell'Associazione Amici del Pertini e della Villa Ghirlanda, che si occuperanno dello spostamento dei libri dal Pertini.

Il progetto prevede anche una Biblio Ape Car, ovvero un'ape-car allestita come un bibliobus, per agevolare i volontari nella promozione del servizio di prestito nei diversi punti dei quartieri.

Inoltre, sarà lanciata una call for idea della cultura, una “chiamata” rivolta ai cittadini per presentare idee o proposte al fine di ampliare l'offerta artistico-culturale in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento