Cinisello BalsamoToday

Ghilardi: «Siria, il tempo dei confronti è finito» bagno di folla a Cinisello per Matteo Salvini

Il candidato del centrodestra Giacomo Ghilardi risponde "picche" al suo avversario al ballottaggio Siria Trezzi che gli chiede a gran voce un confronto pubblico sui temi. Salvini fa il pieno di applausi in città e la Protezione Civile si "schiera" con il centrodestra

Matteo Salvini e il selfie di gruppo in via Frova

Se da una parte Siria Trezzi sta invitando il suo competitor Giacomo Ghilardi a dei confronti pubblici con lo scopo di provare a rosicchiargli dei punti percentuali utili per la rimonta al ballottaggio di domenica 24 giugno, dall'altra il candidato sindaco del centrodestra prosegue il suo tour elettorale nei quartieri e risponde "picche" alla sua rivale.

Proprio Ghilardi ha risposto "pan per focaccia" agli inviti social sul confronto con Siria Trezzi tramite un video ironico, in cui lui e altri cittadini, rispondono direttamente alla richiesta del sindaco uscente.

Così Ghilardi: «Hai chiesto urgentemente un confronto per gli ultimi cinque giorni di campagna elettorale, dopo ovviamente i risultati che sono accaduti nel primo turno adesso chiedi urgentemente un confronto. Ecco noi ci siamo confrontati per mesi con la cittadinanza di Cinisello Balsamo mentre tu non ti sei fatta per niente vedere in città in questi cinque anni, quindi il confronto va fatto con la gente, il confronto va fatto giornalmente con i cittadini di Cinisello Balsamo e con i problemi di Cinisello Balsamo. Il tempo dei confronti è finito».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio nel video, diventato virale sui social, Ghilardi invita Siria Trezzi al confronto anche con la Protezione Civile (al centro di una polemica nelle scorse settimane) e proprio al comizio di Matteo Salvini andato in scena a Cinisello Balsamo domenica 17 giugno, è intervenuto il presidente della sezione locale della Protezione Civile.

Così Vincenzo Acquachiara che da una parte fa un occhiolino al centrodestra e dall'altra dà un "colpetto" al centrosinistra": «Abbiamo svolto un servizio richiesto dagli organizzatori della Lega. Mai vista così tanta gente entusiasta nel sentire il nostro ministro degli interni. Abbiamo lavorato sotto il sole 4 ore e vi garantisco che non è stato facile».

Chiude Acquachiara: «Ma noi c’eravamo, la Protezione Civile era presente come lo è stata negli ultimi 5 anni. Tantissimi sono stati i complimenti che ci sono stati rivolti anche dopo 2 ore di attesa (sotto il sole) per farsi una foto con Salvini. Oggi siamo stati contattati da vigili del fuoco e carabinieri per un intervento che faremo domani ai palazzi Aler Sant’Eusebio per un grosso favo di calabroni! Ogni tanto mi domando cosa abbiamo sbagliato per meritarci un trattamento del genere. Andiamo avanti».

Sulla visita di Matteo Salvini a Cinisello Balsamo, che ha portato in via Frova tantissime persone, c'è stata una polemica sollevata dal centrosinistra, di cui si è fatto portavoce l'assessore uscente Andrea Catania: «Il ministro dell'Interno viene a Cinisello Balsamo a fare campagna elettorale per il suo partito, dato che il candidato sindaco leghista da solo non ce la fa. Peccato che mezza città sia stata bloccata, metrotranvia fermata, parcheggi chiusi, vigili e forze dell'ordine dispiegate in massa...chi paga tutto ciò? Noi nel frattempo continuiamo la nostra campagna parlando di Cinisello Balsamo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche Siria Trezzi, pubblicando una foto che la ritrae seduta in piazza Gramsci con una sedia vuota al fianco, fa polemica: «Il mio avversario chiama in soccorso un ministro della Repubblica. Che, anziché occuparsi dei problemi degli italiani, viene a bloccare mezza città per fare campagna elettorale. Caro Ghilardi, se hai l'arrosto, non c'è bisogno del fumo. Se davvero hai idee per Cinisello Balsamo, non ti nascondere dietro a Salvini, ma vieni a confrontarti con me. Qui è tutto pronto: manchi solo tu».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma Giacomo Ghilardi fa spallucce e tira dritto verso l'obiettivo.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento