Cinisello BalsamoToday

Una "marea rossa" invade il consiglio comunale, bloccato l'ODG sulla legge 194

Nella serata di lunedì 10 giugno, nel corso della seduta del consiglio comunale di Cinisello Balsamo, c'è stata un' "invasione pacifica" da parte di moltissimi cittadini chiamati "alle armi" per protestare contro un odg presentato dal consigliere Malavolta

La "marea rossa" che ha invaso il consiglio comunale

Nella serata di lunedì 10 giugno, nel corso della seduta del consiglio comunale di Cinisello Balsamo, c'è stata una sorta di "invasione pacifica" da parte di moltissimi cittadini chiamati "alle armi" per protestare contro un ordine del giorno presentato in tale data dal consigliere Riccardo Malavolta ("NOI con l'ITALIA", lista civica facente parte della maggioranza di governo).

L'ordine del giorno di Malavolta "Cinisello Balsamo città a favore della vita" che, secondo le opposizioni e i cittadini accorsi, avrebbe potuto minare la legge 194 (l'insieme delle norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza).

Per la cronaca la vasta affluenza di persone durante il consiglio comunale ha portato al ritiro dell'ordine del giorno qui sopra e all'ordine del giorno seguente, presentato dalle minoranze (PD e "Cinisello Balsamo Civica") per fronteggiare il suddetto ("Promozione delle reti informali e formali a sostegno delle donne in difficoltà e sviluppo di una cultura di prevenzione").

Proprio quel gruppo di donne vestite di rosso ha emesso un comunicato dopo la manifestazione pacifica che riportiamo nel suo testo integrale:

«Un gruppo di donne ha riempito il consiglio comunale contro l'attacco oscurantista alla 194! Grazie, siete state meravigliose! Ce l’abbiamo fatta! Centinaia di magliette rosse, cartelli e determinazione hanno impedito che il consiglio comunale di Cinisello Balsamo diventasse teatro dell’ennesimo tentativo di attacco al diritto alla salute, a una maternità consapevole e all’autodeterminazione delle donne».

«Eravamo davvero tante e tanti, tutti uniti dalla necessità di contrastare l’inaccettabile ordine del giorno presentato in consiglio comunale dal consigliere Riccardo Malavolta della lista "NOI con l’ITALIA"».

«Un Odg che, fra numerosi vaneggiamenti, imprecisioni e vere e proprie frottole, proponeva di destinare parte del budget comunale per finanziare associazioni e progetti “pro vita”. La parola d’ordine del movimento è stata sin dal primo istante: l’ordine del giorno va ritirato. E questo è avvenuto!».

«Grazie alla numerosa presenza di “pubblico” in aula, la richiesta dei consiglieri di minoranza di sospensiva in modo poter ricevere una delegazione dei manifestanti, è stata assunta da tutti i capigruppo delle forze politiche. Non c’è voluto molto per i partecipanti della delegazione che si è confrontata con i capigruppo, per capire che la maggioranza era divisa».

«Il consigliere Malavoglia in splendida solitudine ha testardamente voluto presentare il suo ODG, malgrado i malumori della maggioranza, della minoranza e il ronzio di dissenso in città che, mentre i giorni passavano, diventava un frastuono. Tutto si è risolto molto velocemente, la richiesta di ritiro dell’ODG di Malavolta e di quello della minoranza (un ODG a firma PD e "Cinisello Balsamo Civica" che, come hanno tenuto a precisare gli stessi estensori, è stato presentato solo per contrastare il tentativo del consigliere Malavolta) è stata accolta dai capigruppo e dalla presidenza e riportata in aula, dove il ritiro, fra gli applausi del “pubblico”, è stato confermato».

«E’ stata inoltre assunta la richiesta della delegazione, di aprire un tavolo che coinvolga tutti gli attori che in città si occupano di salute e diritti delle donne. A tal proposito ringraziamo di vero cuore tutti coloro che ci hanno sostenuti dandoci solidarietà, che è arrivata anche da fuori Cinisello».

«Ottenuto questo successo il movimento tornerà a incontrarsi il 19 giugno alle 21, presso la "Casa della Sinistra" di via Marconi, 43 a Cinisello Balsamo, per parlare di quanto è avvenuto in consiglio comunale e per mettere le basi per un confronto sui temi caldi che si aprono in città a partire dall’odierno tentativo di attacco alla 194».

Qui di seguito pubblichiamo il testo consegnato ai consiglieri durante la seduta, testo sul quale in soli 2 giorni, sono state raccolte piu’ di 120 firme di singoli e di 7 associazioni:

«Apprendiamo con grande preoccupazione che, questa sera (lunedì 10 giugno, ndr) in consiglio comunale, verrà messo in votazione l’ordine del giorno presentato in data 12.11.2018 consigliere cinisellese Riccardo Malavolta (NOI CON L’ITALIA) in merito a “Cinisello Balsamo Città a favore della vita”. Come cittadine e cittadini di Cinisello Balsamo e associazioni aderenti al coordinamento cittadino nato con l’obiettivo di difendere il diritto all’autodeterminazione femminile, alla maternità consapevole e alla salute delle donne, riteniamo inaccettabile che la discussione su un tema tanto delicato si esaurisca nel chiuso di un consiglio comunale. Chiediamo pertanto che venga aperto un tavolo sul tema che coinvolga tutti gli attori che sul territorio si occupano di tutela dei diritti e della salute delle donne. La “vita” nelle città si garantisce con i servizi, con un ambiente accogliente e sicuro, con una scuola pubblica che funziona, con la certezza di un lavoro e un reddito sufficiente per poter far crescere le nostre figlie e figli».

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Gli alimenti alternativi al caffè che ti tengono sveglio

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento