Cinisello BalsamoToday

«Dammi i soldi o faccio una strage», Cinisello sotto shock

Emergono nuovi dettagli sulla rapina a mano armata di lunedì sera in pieno centro cittadino. La polizia sta esaminando proiettile e i video di sicurezza per trovare qualche indizio

Il rapinatore è entrato nella sala giochi indossando un passamontagna

Emergono dettagli inquietanti sulla sparatoria di lunedì sera (ne avevamo parlato qui) in via XXV Aprile 128, nella sala giochi "Top Games" di Cinisello Balsamo.

Il rapinatore, che ha sottratto 2.000 euro dalla cassa del locale, è entrato in abiti scuri e con un passamontagna nero per coprirsi il viso. Alcuni clienti stavano giocando alle macchinette, è arrivato alla cassa e, senza dire alcuna parola, ha tirato fuori la pistola e ha sparato ad altezza uomo contro una parete della sala giochi.

Si è subito scatenato il panico tra i clienti: alcuni sono scappati, altri si sono buttati a terra. L'unica persona che ha dovuto "interloquire" col malvivente è stata il giovane (21 anni) commesso cinese che ha consegnato l'incasso dopo le agghiaccianti parole (in italiano e senza nessuna cadenza particolare) del malvivente: «Dammi i soldi o faccio una strage».

Sulle tracce del bandito senza scrupoli si è messa la polizia locale. Gli indizi tutt'ora sotto esame degli investigatori sono le immagini di alcune telecamere di sicurezza e il proiettile calibro 9 sparato da un'arma semiautomatica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento