Cinisello BalsamoToday

RSU comunali a Ghilardi: «Dici che sei aperto al dialogo? Allora convocaci e confrontati»

Le RSU del Comune di Cinisello Balsamo replicano al video ironico postato dal sindaco Ghilardi (arrivato dopo la creazione della pagina Facebook "Alla ricerca del sindaco perduto"): «E' pronto a confrontarsi su un tavolo con i rappresentanti eletti dai lavoratori?»

La pagina Facebook in cui le RSU ironizzano sul sindaco Ghilardi

Dopo il video postato da Giacomo Ghilardi, in cui in sostanza il primo cittadino (ripreso in giro per la città in diverse mansioni dichiara più volte "Io sono qui") replica agli scherzosi "meme" che da giorni vengono creati sul social network Facebook  sulla pagina "Alla ricerca del sindaco perduto" in cui la caricatura del sindaco viene usata in giro per Cinisello Balsamo, arriva una nuova risposta da parte delle RSU dei dipendenti del Comune.

Qui di seguito il comunicato delle RSU che riportiamo integralmente:

«Egregio sindaco, da mesi le lavoratrici e lavoratori del Comune le stanno chiedendo, invano, un incontro per discutere di servizi pubblici, di assunzioni, di stipendi e di sicurezza sul lavoro, in sostanza il nuovo contratto decentrato».

«Le abbiamo provate davvero tutte: siamo venuti in consiglio comunale, abbiamo proclamato sciopero e blocco degli straordinari, abbiamo mandato comunicati alla stampa e affisso manifesti in città, le abbiamo scritto una valanga di mail. Ma Lei ci ha sempre ignorati, quasi che non esistessimo».

«Eppure, mentre lei nel suo video si riprende in ogni luogo, chi resta davvero negli uffici a lavorare tutti i giorni per i cittadini di Cinisello Balsamo (in molti casi in condizioni difficili), sono le lavoratrici e i lavoratori del Comune. Proprio coloro con cui lei si rifiuta di discutere».

«Così, dinnanzi al suo pervicace silenzio, abbiamo deciso di provare anche con Facebook, dal momento che sempre più politici oggigiorno, al confronto vero faccia a faccia tra uomini e donne, sembrano ormai prediligere la realtà virtuale dei social, magari perché più deresponsabilizzante».

«Da qui nasce il giochino satirico #allaricercadelsindacoperduto. E finalmente, forse preoccupato dal crescente numero di visualizzazioni e condivisioni dei nostri post, ha deciso di darci una risposta. D'accordo con un video ironico, ma pur sempre una risposta. Solo che non l'abbiamo capita».

«Lei infatti dice nel suo video di essere ovunque, "di qua, di là, di giù, di su" (cit. Dante), e che è sempre disponibile a dialogare con gente seria e costruttiva. Come dobbiamo interpretare dunque queste parole? Nel senso che non ha tempo per noi perché è sempre in giro?»

«Oppure che i lavoratori del suo Comune e i loro rappresentanti non sono gente seria? Oppure che invece, come ci auguriamo, è pronto a confrontarsi su un tavolo con i rappresentanti eletti dai lavoratori, riconoscendo il ruolo e le prerogative del sindacato? In quest'ultimo caso, basta che ci convochi. Fino ad allora continueremo con le nostre iniziative».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento