Cinisello BalsamoToday

Film LGBT cancellati dal cinema, Ghilardi: «Bastava dirmelo, non "spararmi" contro»

Il sindaco Giacomo Ghilardi si dice stupito dalla notizia: «E' curioso che mi sia trovato accusato per un tema che non ho seguito e non conoscevo. Potevano chiamarmi e mettermi al corrente piuttosto che "sparare" sull'avversario facendo campagna elettorale»

Prosegue la polemica, che diventa politica, sui contenuti dei film del cinema nel parco di Villa Ghirlanda

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi entra a muso duro nella polemica scatenata intorno al cinema estivo del parco di Villa Ghirlanda Silva, in merito alla cancellazione di due film a tematica LGBT, come da denuncia da parte dell'associazione cinisellese "GayMiN OuT".

Le parole del primo cittadino, che governa la giunta di centrodestra in città, sono state raccolte dal quotidiano il Giorno: «E' curioso che mi sia trovato accusato per un tema che non ho seguito e non conoscevo fino a quando ho letto su Facebook le accuse dell'associazione».

Prosegue Ghilardi: «In effetti, nella programma per il Cinema nel Parco, stilato dagli uffici comunali in collaborazione con Anteo, il Comune aveva chiesto di rinunciare a quel film perché la trama tratta la tematica del rapporto di un ragazzo di 11 anni con uno scrittore, cosa che è stata ritenuta forte».

Il sindaco prima apre: «Tuttavia, pur rivendicando la mia libertà non condividere a pieno le tematiche dell'associazione, non mi sarei mai permesso di censurare questa iniziativa».

Poi chiude: «Se c'era un problema, sarebbe bastato che i rappresentanti, che conosco da anni, mi chiamassero e lo avremmo risolto col dialogo. Invece, mi pare si sia preferito fare campagna elettorale "sparando" sull'avversario».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento