Cinisello BalsamoToday

Al cimitero di Balsamo, davanti alla cappella funeraria, cerimonia in ricordo di Martinelli

Nella mattinata di lunedì 26 agosto al cimitero di Balsamo è stata ricordata, in un evento pubblico, la figura di Carlo Martinelli, podestà e fondatore del ricovero Martinelli, presso la cappella funeraria di famiglia. Presente il sindaco Giacomo Ghilardi

Uno scatto durante il discorso del sindaco davanti alla cappella funeraria

Nella mattinata di lunedì 26 agosto al cimitero di Balsamo è stata ricordata, in un evento pubblico, la figura di Carlo Martinelli, podestà e fondatore del ricovero Martinelli, presso la cappella funeraria di famiglia (che nel 2016 è stata oggetto di un importante restauro conservativo sotto la cura della Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio di Milano).

Tra i presenti anche il primo cittadino di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi che ha commentato: «Carlo Martinelli è un grande uomo che ha contribuito allo sviluppo di Balsamo. Grazie alla sua umiltà e al suo amore per il prossimo, insieme ai familiari e ai lavoratori della fondazione, portiamo avanti il suo lavoro per la nostra comunità».

E' da ricordare che l'interno della cappella funeraria è interamente dipinto e presenta un affresco che rappresenta la deposizione di Cristo: una serie di studi hanno permesso di attribuirne la paternità al pittore ferrarese Giuseppe Mentessi.

La storia della Fondazione Ricovero Martinelli nasce dalla volontà di Carlo Martinelli, già podestà del Comune di Balsamo, negli anni venti. Originariamente destinata, come da volontà del fondatore, al ricovero e alla cura di poveri tubercolotici, viene eretta in ente morale nel 1932 e contestualmente viene trasformata in Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficienza (I.P.A.B.).

Negli anni sessanta, debellata la tubercolosi, l’ente dedica le proprie attenzioni alla cura di persone anziane in situazioni di disagio e alla gestione di immobili a locazione agevolata. La rendita del patrimonio immobiliare viene destinato alla gestione dell’assistenza agli anziani per il contenimento delle rette.

Nel corso degli anni l’istituto ha sempre più orientato la propria azione verso le persone in stato di non autosufficienza parziale e totale, adeguando le proprie strutture agli standard strutturali richiesti.

Dal 1997, con l’approvazione di una nuova normativa nazionale, l’ente assume la denominazione di Residenza Sanitario Assistenziale (R.S.A.). Negli anni, sono stati avviati, in ossequio alle disposizioni regionali, le opere di riqualificazione: allo stato attuale sono attivi sette nuclei per l’ospitalità di persone non autosufficienti.

Dal 1 gennaio 2004, a seguito del riordino del Sistema dei Servizi Sociali, la “Fondazione Ricovero Martinelli” ha mutato il proprio stato giuridico in Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (O.N.L.US.).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna cerca di derubare Pio e Amedeo in Centrale: loro la scoprono e la filmano. Video

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

  • Il colpo da un milione di euro a Milano e la fuga con la Fiat Uno: presa la "banda del buco"

Torna su
MilanoToday è in caricamento