Cinisello BalsamoToday

Prolungamento M1 a rischio stop, servono altri 24 milioni, Zonca: «Cinisello ha già dato»

Per una metropolitana che si avvia ad arrivare a Cinisello (la M5), ce n'è un'altra che rischia un nuovo stop (il prolungamento della M1) dopo i ritardi degli ultimi anni. Servirebbero 24 milioni per un aggravio dei costi nella realizzazione di opere collaterali

Il prolungamento della M1 fino a Bettola rischia un altro stop

Per una metropolitana che si avvia ad arrivare a Cinisello Balsamo (la M5), ce n'è un'altra che rischia un nuovo stop (il prolungamento della M1) dopo i tanti ritardi degli ultimi anni.

La notizia è fresca di questi giorni: da una riunione sulla M1 tra MM (Metropolitana Milanese) e gli enti locali coinvolti dal cantiere (i Comuni di Milano, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Monza) è emersa una criticità importante.

Il rischio è un aumento dei costi  (si parla di circa 24 milioni di euro) relativo alle opere collaterali alla M1, in particolar modo il parcheggio sotterraneo di interscambio posizionato sotto al centro commerciale ex Auchan "Milanord2".

Infatti l'azienda costruttrice di Roma "De Sanctis" che ha in mano il cantiere della metropolitana M1 ha comunicato che per le opere collaterali servono ulteriori 24 milioni perché quelli stanziati non sono sufficienti.

E qui nasce il problema perché questi soldi non sono facilmente reperibili: i Comuni coinvolti non sono disposti a sborsare altro denaro, quindi MM dovrà accordarsi con l'impresa Immobiliare Europea mentre il Comune di Milano dovrà tentare la carta di uno stanziamento aggiuntivo da parte del Governo.

Ma il tempo scorre in fretta e "De Sanctis" fa sapere che il cantiere proseguirà ancora per i prossimi tre mesi poi, in caso di mancato arrivo dei nuovi finanziamenti, i lavori si bloccherebbero.

Dal Comune di Cinisello Balsamo fanno sapere che non è in programma nessuna ulteriore spesa comunale per le metrolitane e a conferma ci ciò ci sono le parole dell'assessore all'urbanistica Enrico Zonca, interpellato dal quotidiano il Giorno.

Così Zonca che parla della M1: «Un ulteriore ritardo sarebbe davvero grave per la popolazione che attende dal 2015 il completamento del nuovo capolinea. Nessun cittadino comprenderebbe le ragioni di una sospensione del cantiere».

Poi l'assessore assicura che Cinisello ha già fatto la sua parte e non ci saranno ulteriori impegni finanziari: «Non accetteremo nessun ulteriore esborso rispetto a quanto già concordato in passato. Cinisello sta già facendo tanto per il potenziamento dei trasporti».

Infine aggiunge: «La costruzione del parcheggio è prevista da un accordo tra MM e Immobiliare Europea, dunque è tra queste due parti che deve essere trovata una soluzione al problema economico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento