Cinisello BalsamoToday

RSU dipendenti comunali: «Meno propaganda e più concretezza, al via lo sciopero generale»

Si avvicina il giorno dello sciopero generale che si terrà mercoledì 13 febbraio e che vede come protagonisti i dipendenti comunali. Nel frattempo la RSU attacca il sindaco e la giunta per la scelta di eliminare la prenotazione per il rilascio della carta d'identità elettronica

Un momento durante un aperitivo informativo dei dipendenti comunali

Si avvicina sempre più il giorno dello sciopero generale che si terrà mercoledì 13 febbraio e che vede come protagonisti i dipendenti comunali.

In questi giorni la RSU del Comune di Cinisello Balsamo ha organizzato degli aperitivi nella pausa pranzo fuori dal municipio, soprannominati "Scioperape", per informare la cittadinanza su quanto sta succedendo mentre dal 9 febbraio è stato dato il via al blocco del lavoro straordinario.

Intanto la decisione, da parte dell'amministrazione comunale, di eliminare l'appuntamento per richiedere la carta d'identità elettronica, ha portato subito alla reazione della stessa RSU.

Così il comunicato che vi riportiamo integralmente: «A seguito della decisione unilaterale del sindaco i colleghi dell’ufficio polifunzionale sono letteralmente assediati da folle di cittadini spazientiti, che in questi giorni, com'era prevedibile, si stanno concentrando tutti insieme agli sportelli, provocando code interminabili e soprattutto un clima di tensione dovuto all'attesa che spesso sfocia in insulti verbali nei confronti dei colleghi, costretti ad operare in condizioni di assoluto rischio».

«Il ministero stesso ha dato delle disposizioni sugli appuntamenti per le carte d'identità elettroniche, creando appositamente una agenda ministeriale nazionale, inoltre solo tre terminali possono produrre carte d'identità, ma questo ai cittadini non è stato detto. I lunghi tempi di attesa degli appuntamenti erano dovuti esclusivamente alle poche risorse umane di cui dispone l’ente, risorse che tra l'altro sono state di recente diminuite per l'ennesima nuova riorganizzazione, data dall'esigenza di ridurre i tempi per la residenza».

«Non a a caso, abbiamo contestato il piano di assunzioni, concentrato solo sugli agenti (tra l’altro, pagati con tagli a tutti i dipendenti) e che non tiene conto delle gravi carenze negli uffici che adesso stanno drammaticamente materializzandosi. Sabato scorso una grande quantità di cittadini che prima avevano l’appuntamento, si sono precipitati allo sportello polifunzionale che non ha potuto garantire a tutti il rilascio della carta d’identità per la troppa affluenza, con cittadini insoddisfatti e talvolta arrabbiati e minacciosi nei confronti delle colleghe, fortunatamente, senza conseguenze».

«La coperta è corta, senza un nuovo piano del fabbisogno che incrementi gli amministrativi negli uffici avremo solo più multe, più code e più agenti negli uffici a calmare gli animi dei cittadini arrabbiati».

«Siamo stanchi di propaganda politica, selfie e battibecchi in consiglio comunale e bugie riportate sui giornali. Non è stata fatta nessuna "diversa organizzazione" o “chiesto alcun ulteriore impegno”, il sindaco non si è mai visto e fa credere ai cittadini di avere risolto i problemi creando invece il caos mettendo a rischio l’incolumità dei chi lavora».

«E’ ora che la giunta e il sindaco la smettano di sottrarsi raccontando bugie ai cittadini. E' necessario rivedere il piano di assunzioni per far funzionare la macchina comunale. Sono mesi che dipendenti e rappresentanti sindacali non vengono ascoltati e addirittura insultati. Basta con la propaganda fatta di bugie alla cittadinanza, sulla pelle dei lavoratori. Mercoledì 13 febbraio sciopero generale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 90 e un camion per la raccolta rifiuti

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento