Cinisello BalsamoToday

Individuati i vandali di capodanno, Ghilardi: «La pacchia è finita, l'inciviltà sarà punita»

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi interviene commentando l'operazione condotta dagli uomini della polizia locale che hanno "pizzicato" alcuni vandali che hanno portato il degrado e l'inciviltà durante il capodanno

Una parte dei rifiuti raccolti dai volontari dopo il capodanno

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi interviene commentando l'operazione condotta dagli uomini della polizia locale che hanno "pizzicato" alcuni vandali che hanno portato il degrado e l'inciviltà durante i festeggiamenti del capodanno in città.

Come vi abbiamo raccontato in precedenza Cinisello Balsamo si è svegliata il 1 gennaio con alcune delle sue piazze, tra cui piazza Gramsci, completamente invase dai rifiuti, da resti di petardi e botti, da bottiglie di vetro rotte sparse dappertutto oltre che con alcune parti pubbliche (tra cui delle panchine) vandalizzate.

Subito si è scatenata l'indignazione da parte dei cittadini e anche da parte delle forze politiche. Una schiera di volontari (aiutati da associazioni) si sono messi i guanti e rimboccati le maniche e, per anticipare quanto avrebbe fatto solo il 2 gennaio Nord Milano Ambiente, hanno ripulito alcune aree tra cui la piazza principale.

Poi è scattata subito la caccia ai colpevoli che si è concretizzata con i nomi di sei ragazzi giovanissimi, scovati tramite i video delle loro malefatte pubblicati sui social network.

Ora il sindaco tuona: «Individuati, identificati, denunciati i colpevoli degli atti di vandalismo nella serata di capodanno. A Cinisello Balsamo la pacchia è finita».

Poi prosegue: «Mi congratulo con gli uomini del commissariato per la tempestività con cui sono intervenuti e giunti a una soluzione individuando i responsabili».

Ghilardi infine spiega: «Come istituzioni abbiamo anche un compito educativo nei confronti dei giovani e di richiamo alle responsabilità. Certi episodi di inciviltà e mancanza di rispetto non rimarranno impuniti. La collaborazione con le forze dell'ordine è sempre preziosa e dà i suoi frutti».

L'assessore Riccardo Visentin, che ha le deleghe alla famiglia e alla centralità della persona, aggiunge: «Faremo in modo che, nel rispetto delle leggi, i colpevoli individuati paghino i costi arrecati e possano anche fare dei lavori socialmente utili».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Bus degli studenti bruciato, l'audio della follia: "Vado a Linate, non sparate, c'è tutto gasolio"

  • Cronaca

    Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

  • Cronaca

    Morte di Imane Fadil, gli esperti: "Nessuna traccia di radioattività"

  • Cronaca

    Preso il tesoro del pusher professionista: un milione di euro tra case a Milano, Suv e soldi

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Senza biglietto, non scendono e bloccano il treno: "Siamo ambasciatori fuori da giurisdizione planetaria"

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

Torna su
MilanoToday è in caricamento