Cinisello BalsamoToday

Piazza Gramsci, monta la polemica sul continuo degrado e vandalismi

A lanciare il monito è il consigliere comunale di Ncd Riccardo Visentin che parla della piazza principale di Cinisello, spesso al centro di polemiche per episodi di degrado, vandalismo e lamentele degli abitanti

Piazza Gramsci

«E’ sotto gli occhi di tutti la situazione di degrado strutturale di piazza Gramsci a Cinisello Balsamo. L’intervento di maquillage che costerà quasi 150.000 euro, sarà come mettere della cipria a una ferita che non si può rimarginare».

Queste sono le dure parole di critica proferite dal consigliere comunale di Ncd Riccardo Visentin che attacca: «Quello che più da fastidio e fa gridare allo scandalo, è la leggerezza e mancanza di reazione, ai continui episodi di vandalismo e non rispetto delle regole del vivere comune».

Prosegue il consigliere dell'opposizione: «Anche la scorsa sera, come molte sere, non a notte fonda, gli abitanti di piazza Gramsci sono stati, loro malgrado vittime, di schiamazzi, urla, grida che fanno da contorno a partite di calcio con saracinesche utilizzate come porte».

E ancora: «L’amministrazione comunale, finge di non sapere, dicendo che va tutto bene. La rabbia dei cittadini e degli esercenti monta sempre di più. Una volta si sarebbe chiamata “la maggioranza silenziosa”. Una buona amministrazione dovrebbe preoccuparsi di una corretta prevenzione, di una buona vigilanza e una seria politica volta a far “rivivere” in modo corretto il luogo principe della vita comunitaria, la piazza».

Visentin rincara la dose: «E’ mai possibile che non si sia ancora pensato a installare almeno dei cartelli chiari, in più lingue sui divieti? E’ mai possibile che non vi sia un serio controllo continuativo per una seria prevenzione? Sarà forse la conseguenza di un buonismo ipocrita. E’ fuori di dubbio che il lassismo decisionale sia complice di tutto questo».

Chiude il consigliere: «A quando la rimozione del container pseudo mostra, a esempio, da troppo tempo “piazzato” al centro della piazza. L’amministrazione tace e acconsente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento