Cinisello BalsamoToday

Il sindaco Trezzi va su Canale 5 a "Quinta Colonna" a parlare di "paura nelle periferie"

La prima cittadina durante la trasmissione di Paolo Del Debbio ha affrontato i problemi delle periferie cittadine, in particolare le occupazioni degli edifici pubblici e privati, ma anche il tema della violenza sulle donne

Il sindaco Siria Trezzi durante la trasmissione "Quinta Colonna"

Il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi ha partecipato alla trasmissione "Quinta Colonna" condotta dal giornalista Paolo Del Debbio e andata in onda lunedì 25 settembre. L'argomento trattato nella prima parte della trasmissione è stato la "paura nelle periferie".

Il sindaco Trezzi spiega il senso dei suoi interventi: «Ho portato il punto di vista di noi sindaci, che conosciamo bene i problemi e le criticità del territorio e spesso siamo il primo e unico interlocutore dei cittadini a cui cerchiamo di dare risposte efficaci e urgenti a temi e problemi che spesso vanno molto al di là dei territori circoscritti. Un tema, quello dell'ascolto e della relazione con il territorio, che non dobbiamo mai dimenticare, a qualsiasi livello amministrativo e politico».

QUI PER IL VIDEO DELLA TRASMISSIONE "QUINTA COLONNA" 
(dal minuto 53 in poi per l'intervento di Siria Trezzi sulle periferie, all'ora 1,59 per la parte sulla violenza sulle donne)

Naturalmente se si legge la parola "periferie" e la si collega a Cinisello Balsamo, la mente va subito agli annosi problemi dei quartieri Crocetta e Sant'Eusebio, spesso soliti a salire sulle cronache locali per fatti di degrado e criminalità.

Scendendo nel dettaglio il sindaco cinisellese durante la trasmissione ha detto, riferendosi alle tematiche della "paura delle periferie": «Io le conosco tutte queste questioni, le occupazioni delle case, le strutture abbandonate, la povertà, non c'è dubbio che le conosco tutte».

A Del Debbio che dice: «A Cinisello ne avete viste di cotte e di crude», Trezzi replica orgogliosa: «Ma anche di belle».

Trezzi ammette che è «difficile avere la ricetta giusta per risolvere tutte le questioni», ma ci sono dei fattori su cui non transige: «Il rispetto delle regole e il ripristino della legalità all'interno di quelle che sono le case pubbliche e gli edifici pubblici. E' immorale che ci siano in case pubbliche persone che svolgono attività criminali (qui il riferimento è a Sant'Eusebio, ndr), lì è mancato il controllo non nostro, ma da parte della proprietà (Aler, ndr)».

Per quanto riguarda le «occupazioni di strutture dismesse spiega: «Non è semplicissimo, decreto Minniti o sgomberi, se non c'è la collaborazione della proprietà di quello stabile diventa complicato anche per un sindaco perché la denuncia, un esposto, la richiesta di chiedere un intervento passa sempre dalla proprietà».

Poi passa a Cinisello Balsamo: «Quello che è stato fatto è stato scrivere a tutte le proprietà, incontrarle e chiedere una messa in sicurezza importante, alcuni l'hanno fatto, altri no. Le proprietà che non sono state messe in sicurezza, sono state segnalate alle forze dell'ordine e vengono presidiate».

Relativamente alla violenza sulle donne Trezzi interviene così: «Se ne parla dal 2006 (data della ricerca dell'Istat che ha portato alla ribalta la tematica, ndr) in maniera eclatante, c'è stata poi la legge sul femminicidio e sullo stalking, stiamo parlando di numeri davvero importanti».

Prosegue il sindaco: «Il tema vero è che si cita la parola "stupro", si augurano le violenze alle donne, si usano continuamento termini sessisti dovunque, sui programmi tv e su Facebook. Io stessa ho avuto minacce, anzi auguri di essere violentata. Tutto ciò è il danno maggiore perché in qualche modo si dà idea che sia lecito. Nel momento in cui lo pronuncio spesso con facilità, sembra che sia un reato sopportabile».

Trezzi chiude con un auspicio: «Spero che nelle nuove generazioni, ma anche nelle generazioni di adesso si arrivi a pensare che si può essere maschio, uomo, all'interno di una società in maniera assolutamente diversa, perché i dati parlano davvero di una piaga, di un fenomeno gigantesco culturalmente diffuso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento