Cinisello BalsamoToday

Polemica su alcune luminarie natalizie, PD: «Soldi tolti a illuminazione pubblica urgente»

Il PD attacca la giunta: «Il Comune ha speso per queste luminarie natalizie 5000 euro che dovevano essere impegnati per l'illuminazione pubblica su intere vie che sono al buio o con poca luce. Invece sono stati usati per le luminarie di Natale»

L'orso illuminato finito nel mirino del PD

La polemica del Natale a Cinisello Balsamo è sollevata dal Partito Democratico cittadino che critica le scelte economiche, in tema di illuminazione pubblica, della giunta di centrodestra e nel mirino finiscono i quattro animali luminosi piazzati a festa nelle periferie.

Così il PD nel suo comunicato che riportiamo integralmente: «Quattro animali luminosi sono stati collocati in via Cilea, in via de Vizzi, in via Marconi e in via Sardegna, per illuminare il Natale 2019».

«Il Comune ha speso per ciò 5000 euro. 1250 euro a pezzo, spesa deliberata dalla giunta il 16 dicembre scorso. I soldi utilizzati per pagare gli animali derivano dal capitolo dedicato alle spese per illuminazione pubblica. 5000 euro che dovevano essere impegnati per l'illuminazione pubblica sono stati usati per le luminarie di Natale».

«Con quella spesa quante strade potevano essere illuminate per tutto l'anno e gli anni a venire anziché per soli 20 giorni? Ricordate il putiferio scatenato da sindaco e vicesindaco per gli ombrelli di via Garibaldi? Erano 540. 37 euro a ombrello la cui spesa derivava da oneri destinati in via esclusiva al sostegno del commercio di vicinato».

«Parte infinitesimale di quegli oneri era stata usata per valorizzare via Garibaldi, abbellendola con gli ombrelli, e senza nulla togliere alle spese della gestione corrente. A differenza di ciò che la giunta ha fatto quest'anno».

«Le luminarie natalizie vanno bene e abbelliscono le strade allo stesso modo in cui gli ombrelli abbellivano via Garibaldi. Sarebbe però preferibile non distogliere i soldi dalla gestione corrente e dalle necessità più impellenti delle luci di Natale».

Il segretario cittadino del PD Ivano Ruffa rincara la dose: «Sull'illuminazione pubblica a led questa amministrazione è indietro di due anni. C'era un bando già pronto a fine 2017 e ancora non si è riusciti a pubblicarlo. Intere vie sono spente o con luce debolissima».

Termina Ruffa: «Giusto realizzare le luminarie, ma altrettanta attenzione sarebbe da riservare alle necessità primarie della città. Quest'estate non sono state rifatte le asfaltature straordinarie e tutte le altre manutenzioni scarseggiano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento